Centrostudi CISCAM - Centro Italiano per lo Studio della Cultura Africana e Mediterranea!

UNA CRISI POLITICA INFINITA: LA GUINEA-BISSAU

UNA CRISI POLITICA INFINITA: LA GUINEA-BISSAU In evidenza

Da più di due decenni, per l´esattezza da 22 anni, la Guinea-Bissau sta vivendo una situazione di crisi politica e istituzionale costante, che ha contributo a fare di questo paese uno degli Stati più poveri al mondo.

Nel 1998, il paese fu coinvolto in un conflitto politico-militare, ridotto a un duello fra il presidente João Bernardo Vieira con l´allora Capo di Stato Maggiore, generale delle forze armate, Ansumane Mané, poi assassinato nel 2001 in circonstanze mai chiarite da parte delle autorità giudiziarie. Tale conflitto sconvolse il paese in diverse sfere: politica, economica, sociale, con conseguenze visibili ancora oggi.

Il sistema semi-presideziale attuale presenta grandi fragilità, avendo originato molti conflitti fra il Presidente e il Governo; nell´ultimo decennio ciò è risultato nella caduta dell´esecutivo, come è avvenuto nel 2006, quando il Presidente João Bernardo Vieira dimise il governo di Carlos Gomes Júnior. Tuttavia, la fragilità del sistema politico e democratico guineano non deve essere ricercata soltanto nel semi-presidezialismo, ma anche nel comportamento antidemocratico della classe politica che si è unita ai militari per arrivare al potere, indebolendo così la democrazia e le istituzioni democratiche dello Stato.

La congiuntura della crisi politica e istituzionale è proseguita, con azioni molto forti, favorendo così la rottura istituzionale nel paese. Dal 7 di giugno del 1998, quando il paese visse il suddetto conflitto politico e militare, la Guinea-Bissau non conosce stabilità politica. A partire da questo momento, nessun governo eletto ha terminato il mandato di quattro anni.

Il 12 aprile del 2012, il Primo Ministro Carlos Gomes Júnior ha dovuto subire um nuovo golpe, scenario che è durato fino al termine del primo semestre del 2014. Questi colpi di Stato, che da sempre hanno coinvolto politici e militari, sfociano in sanzioni internazionali contro il paese e i golpisti. Come conseguenza, i governi risultanti dal golpe mostrano difficoltà nel pagare salari ai funzionari pubblici, aumentando la povertà e altri problemi sociali.

L´instabilità rivela un elemento peculiare dei politici guineani, l´assenza di un impegno politico e ideologico che aveva caratterizzato la visione del leader dell´ indipendenza, Amílcar Cabral, così come tutto il processo di lotta per l´independenza della Guinea-Bissau.

Recentemente, la Guinea-Bissau ha ancora uma volta mostrato una serie di crisi politiche e istituzionali. Nel 2019 furono realizzate elezioni presidenziali (per eleggere il presidente) e legislative (per eleggere il governo). A marzo 2019 il PAIGC ha vinto le elezioni legislative. In questo stesso anno si svolsero le elezioni presidenziali, il cui primo turno è stato realizzato a novembre 2019. La votazione ha reso necessario un secondo turno, disputato fra i candidati Domingos Simões Pereira (PAIGC) e Umaro Sissoco Embaló (MADEM – G15), realizzato a fine dicembre dello stesso anno.

L´elezione presidenziale fu caratterizzata da una serie di denunce di brogli in cui il candidato del MADEM – G15 fu accusato dal PAIGC di truccare l´elezione.

Tuttavia, la prima investitura simbolica di Umaro Sissoco Embaló come Presidente della Repubblica venne realizzata il 27 febbraio del 2020, prima della decisione del Tribunale Supremo della Giustizia sul processo mosso dal PAIGC contro il candidato del MADEM – G15, in riferimento all´accusa di broglio elettorale. L´atto fu celebrato dall´ex-Presidente della Repubblica, José Mario Vaz, con la presenza di alcuni ufficiali militari, mentre i Presidenti del Tribunale Supremo della Giustizia e dell´Assemblea Nazionale Popolare non si sono fatti presenti alla cerimonia. Dinanzi a questo scenario, Umaro Sissoco Embaló, dopo la sua investitura, ha emesso un Decreto presidenziale numero 01/2020, del 28 di febbraio, in cui dimetteva il governo del PAIGC eletto nelle elezioni legislative di marzo dello stesso anno, presieduto da Aristides Gomes. Subito dopo, ha nominato, attraveso il Decreto presidenziale numero 02/2020, del 28 di febbraio il suo alleato politico Nuno Gomes Nabiam del partito APU – PDG per l´incarico di Primo Ministro.

In seguito, i militari entrarono in scena, chiudendo tutte le istituzioni del governo, compreso il Tribunale Supremo della Giustizia, configurando così un colpo di Stato. Le uniche autorità a cui fu consentito di occupare le istituzioni sono stati i membri del governo presieduto da Nuno Gomes Nabiam.

Adesso, ciò che si sta osservando nel paese nel 2020 è una onda di sequestri contro politici, avversari e critici del governo inconstituzionale che controlla il paese in questo momento.

I fatti presentati in questo testo ci permettono di osservare che non esiste una democrazia effettiva in Guinea-Bissau, visto che il funzionamento delle istituzioni è interrotto costantemente mediante colpi di stato, e che nesun governo ha terminato il mandato da quando il paese ha cominciato a organizzare elezioni legislative libere. Questa analisi ci porta a collocare la necessità urgente della realizzazione di una riforma profonda nel settore della difesa e sicurezza, senza la quale difficilmente il paese uscirà da questa situazione di costante instabilità politica.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Seguici sui Network

About Centrostudi CISCAM

Il CISCAM è un'organizzazione di volontariato di utilità sociale, senza fini di lucro, che promuove la conoscenza del continente africano e del bacino del Mediterraneo.

Ultime News

Qualcuno ci guarda. La “scoperta” del Mozambico da…

26-09-2020

Caro Luca,Ti scrivo la presente per sviluppare alcune riflessioni in merito alla grave situazione del nostro paese. Pensavamo che la distanza geografica e la buona fama che ci eravamo guadagnati...

Leggi tutto

Considerazioni sull’identità dell’uomo africano

25-08-2020

Il mondo occidentale ha sempre pensato di poter indagare l'essere e l'uomo attraverso le sue categorie filosofiche legate a un pensiero forte, razionale e scientifico capace di astrazione e superiore...

Leggi tutto

Eppur si ferma...Come i movimenti sociali contadin…

25-07-2020

Esistono pochi paesi al mondo, oggi, in cui le possibilità di successo di lotte di movimenti sociali, soprattutto in ambito rurale, sono ridotte come in Mozambico. Parlo di paesi formalmente...

Leggi tutto

UMA CRISE POLÍTICA SEM FIM: A GUINÉ-BISSAU

27-06-2020

Há mais de duas décadas, concretamente 22 anos, a Guiné-Bissau vive numa situação de crise política e institucional constante, que contribuiu a fazer do país um dos Etados mais pobres...

Leggi tutto

UNA CRISI POLITICA INFINITA: LA GUINEA-BISSAU

27-06-2020

Da più di due decenni, per l´esattezza da 22 anni, la Guinea-Bissau sta vivendo una situazione di crisi politica e istituzionale costante, che ha contributo a fare di questo paese...

Leggi tutto

Ritos de iniciação entre os Amakhuwa do Norte de M…

21-06-2020

Como qualquer outro povo, os amakhuwa do Norte de Moçambique, de tradição matrilinear, procuram dar uma explicação plausível acerca da origem e evolução do universo, dando uma interpretação de tipo...

Leggi tutto

Riti di iniziazione fra gli Amakhuwa del Nord del …

21-06-2020

Come qualsiasi altro popolo, gli amakhuwa del Nord del Mozambico, di tradizione matrilineare, cercano di dare una spiegazione plausibile all’origine ed evoluzione dell’universo, dando una interpretazione di tipo religioso alla...

Leggi tutto

La regressione razzista

09-06-2020

La storia dell´uomo è piena di episodi di razzismo, sin dai suoi primordi. Tuttavia, l´avvento del capitalismo su scala globale ha mondializzato e istituzionalizzato tale fenomeni, a partire dalla lunga...

Leggi tutto

Quel che il Papa ha detto e che in molti non hanno…

15-04-2020

Nella benedizione pasquale urbi et orbi, Papa Francesco ha parlato, fra gli altri scenari di violenza e di guerra nel mondo, di Cabo Delgado, provincia all’estremo Nord del Mozambico, divisa...

Leggi tutto

Il Brasile fra Coronavirus e congiure di palazzo

28-03-2020

    Molti dei governanti dei vari paesi interessati al Coronavirus hanno provato – almeno inizialmente - a sposare la tesi negazionista o minimalista. In prevalenza si è trattto di leaders politici...

Leggi tutto

La "terza ondata" di Coronavirus sarà di…

24-03-2020

Dopo la prima ondata di Coronavirus in Cina, la seconda in Europa e Stati Uniti, l’Oganizzazione Mondiale della Sanità teme che una terza ondata potrà abbattersi sul continente africano, con...

Leggi tutto

La nuova destra e la lotta per l’egemonia

31-01-2020

Il dibattito politico italiano si sta concentrando, in questi ultimi mesi, sul fenomeno-Lega. Fra chi ne è preoccupato, soprattutto da sinistra, e chi ne auspica una ulteriore crescita, da destra...

Leggi tutto

La nuova frontiera della lotta di classe in Africa…

01-12-2018

  Esiste un fenomeno globale che, dal 2007-2008, sta caratterizzando le nuove relazioni fra alcuni paesi centrali o emergenti – essenzialmente asiatici: Giappone, Cina e India - e una buona parte...

Leggi tutto

La questione elettorale: alla base dell’insuccesso…

02-09-2017

Esiste una battuta di spirito, nelle reti sociali di vari paesi africani, che sta circolando in questi ultimi giorni, e che riassume l’essenza dei problemi che molte democrazie africane stanno...

Leggi tutto

Atleti italiani naturalizzati, tornatevene a casa!

26-02-2017

Il 19 e 20 febbraio si sono tenuti i campionati di atletica indoor assoluti. Non sono mai stato un grande appassionato di atletica, sempre ammettendo, però, l’eroica pertinacia di chi...

Leggi tutto

La Guinea-Bissau: la riserva di Cufada, la minacci…

31-01-2017

La Guinea-Bissau è un piccolo paese sulla costa atlantica dell’Africa, confinante con Senegal e Guinea-Conakry, con poco più di 1,5 milioni di abitanti. È un paese estremamente povero (fra i...

Leggi tutto

Valentina e le altre

18-12-2016

Quattro colpi di arma da fuoco, la disperata rincorsa in ospedale, la constatazione del decesso. Valentina da Luz Guebuza era la figlia dell’ex-Presidente del Mozambico, Armando Emílio Guebuza. La rivista...

Leggi tutto

I possibili scenari dell’Amministrazione Trump per…

13-11-2016

Diversi giornali americani ma anche europei, contrari e stupiti del successo di Trump alla Casa Bianca, hanno cominciato a riportare affermazioni per così dire folcloristiche del magnate neo-presidente su Africa...

Leggi tutto

La nuova, strana guerra del Mozambico

04-11-2016

Luca Bussotti La nuova, strana guerra del Mozambico Da un paio d'anni il Mozambico è in guerra. Un paese che nel 1992 aveva raggiunto una difficile pace a Roma, grazie alla mediazione...

Leggi tutto

Seguici su Facebook